Coronavirus e mobilità: lo studio su Torino e Piemonte

Da quando è iniziata l’emergenza Covid-19, abbiamo iniziato a monitorare l’andamento della mobilità a Torino e in Piemonte attraverso i sistemi di monitoraggio della Centrale della Mobilità che gestiamo per il Comune di Torino e Regione Piemonte.

Il nostro obiettivo è quello di comprendere e quantificare numericamente l’effettivo impatto delle misure restrittive nazionali e regionali, emanate per il contenimento della diffusione dell’epidemia, che hanno fortemente limitato gli spostamenti dei cittadini.

Il monitoraggio è continuo e costantemente aggiornato di settimana in settimana.

Le linee metodologiche individuate per la realizzazione dell’analisi sono:

  • area geografica di studio: Torino (area urbana, confini comunali) e Piemonte (confini regionali)
  • tipologie di mobilità considerate: trasporto privato (Torino e Piemonte), trasporto pubblico (Torino), mobilità ciclistica (Torino)
  • periodi di analisi: «normale» dal 03/02/2020 al 23/02/2020 (preso come riferimento di confronto); «critico» dal 24/02/2020 al 08/03/2020; «blocco» dal 09/03/2020 ad oggi
  • elenco dei provvedimenti nazionali e regionali adottati per il contenimento dell’epidemia, in particolare quelli riguardanti le misure restrittive relativamente agli spostamenti dei cittadini e alla chiusura delle attività produttive “non necessarie”

Per ogni tipologia di mobilità, sono stati individuati degli indicatori rappresentativi per ognuno dei quali si sono poi calcolati le variazioni e lo sviluppo temporale delle tendenze.

Il trasporto privato: l'andamento del traffico

Oggi inizieremo a presentare i primi risultati aggiornati al 29 marzo 2020, con un focus dedicato al trasporto privato e con uno sguardo di dettaglio sull'andamento dei flussi di traffico veicolare.

I dati sul numero di passaggi veicolari sono stati raccolti grazie alla rete di sensori dislocati a Torino e in Piemonte, collegati e gestiti dalla nostra Centrale.

Abbiamo scelto come indicatore rappresentativo il traffico medio, espresso in veicoli/giorno e ottenuto dai passaggi sui sensori di traffico della Centrale della Città di Torino e di Regione Piemonte. Il suo andamento nel tempo evidenzia i cambiamenti del traffico sulla rete stradale urbana e regionale.

Rispetto al periodo precedente l’inizio dell’emergenza (periodo compreso tra 3 e 23 febbraio 2020), il traffico in Piemonte si è ridotto del 62% nei giorni feriali e del 89% nei giorni festivi. Per quanto riguarda invece Torino, il traffico cittadino si è ridotto del 60% durante i giorni feriali e del 72% durante il weekend (vd. grafico ad inizio pagina).