Al via la sperimentazione della guida autonoma a Torino

A poche settimane dalla firma del Decreto ministeriale "Smart Roads" che autorizza la sperimentazione delle soluzioni tecnologiche per adeguare la rete infrastrutturale italiana ai nuovi servizi smart e per i veicoli automatici, Torino si candida ad essere la prima città in Italia a partire con una sperimentazione sui veicoli a guida autonoma e connessa in ambito urbano.

A partire dagli anni '90, Torino è stata una delle prima città in Europa e in Italia a dotarsi di una Centrale del Traffico e della Mobilità, gestita da 5T, installando sensori ed apparati volti al monitoraggio e al controllo dei flussi di traffico e della viabilità con servizi di informazione sempre aggiornati e in tempo reale.

Insieme alla Città di Torino, abbiamo continuato ad investire nei sistemi intelligenti di trasporto per preparare la città all'introduzione di nuove soluzioni di mobilità: la Centrale della Mobilità di Torino è quindi in grado di integrare infrastrutture vehicle-to-infrastructure (V2I) e di ricevere dati dai veicoli in movimento e tradurli in informazioni aggiornate, allo scopo di monitorare e assistere le auto a guida autonoma in un contesto complicato e imprevedibile come quello urbano.

Leggi di più sulla firma del Protocollo d’intesa dello scorso venerdì 30 marzo 2018 fra Città di Torino, FCA Group, GM Global Propulsion Systems Srl, ANFIA, 5T Srl, Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Fondazione Torino Wireless, Tim SpA, Open Fiber SpA, Italdesign Giugiaro SpA, Unione Industriale di Torino, FEV Italia e Unipol sull'avvio della sperimentazione.

 

Rassegna stampa

 

 

 

Immagine @US Department of Transportation