Muoversi a Torino

In occasione del Salone Internazionale del Libro 2017, Città di Torino e 5T hanno lanciato Muoversi a Torino, il nuovo e innovativo servizio di calcolo percorsi istituzionale, che nasce con l’obiettivo di favorire una mobilità più facile e accessibile nell’area urbana e metropolitana torinese. Il servizio è disponibile su www.muoversiatorino.it, un sito ottimizzato per essere utilizzato principalmente da smartphones e tablet.

Muoversi a Torino è in tempo reale: grazie ad un utilizzo estensivo di informazioni in tempo reale sui diversi servizi di trasporto attivi sul territorio, consente di andare incontro alle esigenze di tutti gli utenti in mobilità. Inoltre Muoversi a Torino è il primo strumento in Italia che consente agli utenti di visualizzare su mappa i mezzi del trasporto pubblico in servizio, semplicemente selezionando la linea di proprio interesse.

Muoversi a Torino è “location-based”: a partire dalla sua posizione sulla mappa, l’utente può ottenere immediatamente informazioni sui servizi di trasporto più vicini.

Muoversi a Torino è multimodale e multioperatore: gli utenti possono pianificare i propri spostamenti, utilizzando le diverse modalità di trasporto disponibili a Torino (bus, tram, metro, treno, bici e auto), grazie alla collaborazione con le aziende di trasporto pubblico GTT, Sadem, Trenitalia, Granda Bus e con il servizio di bike-sharing ToBike, che forniscono i dati relativi ai servizi di trasporto da loro gestiti.

Muoversi a Torino è accessibile: il servizio fornisce informazioni sull’accessibilità dei mezzi pubblici e delle fermate presenti in città per facilitare la pianificazione dei percorsi delle persone con difficoltà motorie. Questa nuova funzionalità è stata progettata e condivisa con le principali associazioni locali delle persone con disabilità.

Muoversi a Torino è multilingua: il servizio è anche disponibile in lingua Inglese e Francese per soddisfare le esigenze dei turisti, sempre più numerosi in città.

Muoversi a Torino è stato realizzato da 5T utilizzando principalmente tecnologie open source (OpenTripPlanner per il motore di calcolo percorso e OpenStreetMap come base cartografica e per i dati geografici) ed è alimentato dalle informazioni raccolte e verificate dalla Centrale della Mobilità e dell’Infomobilità della Città di Torino, gestita da 5T.

 

Rassegna Stampa